E se ti svelassi il segreto di come gestire saggiamente la tua finanza personale quando hai una scuola di ballo?

È il momento di adottare il giusto mindset finanziario e scoprire come ogni euro investito può tornare moltiplicato e far crescere il conto economico della tua attività.

È un argomento fondamentale che nessuno spiega nel nostro settore.

Eppure gestire bene i tuoi soldi è fondamentale.

Per introdurre l’argomento voglio condividere con te un concetto chiave.

Prima di tutto, devi sapere che ci sono acquisti che ti fanno solo spendere soldi e altri invece che ti fanno guadagnare di più di quanto hai speso.

In finanza personale questa abitudine viene spesso spiegata con i concetti di acquisti “produttivi” e acquisti “improduttivi”.

Se non ne hai mai sentito parlare, lascia che ti spieghi.

Gli acquisti produttivi si rivelano investimenti: si tratta di prodotti, beni e servizi che “lavorano per noi” e producono reddito.

 

Esempio: compro un appartamento e lo metto in affitto.

Gli acquisti improduttivi, al contrario, sono oggetti, prodotti o servizi che non riporteranno mai i soldi spesi.

 

Esempio di acquisto “brucia soldi”: mi compro una macchina sportiva, solo perché penso di “meritarmela” dove al costo dell’acquisto si sommeranno tutte le spese per mantenerla.

 

Ma anche senza arrivare a spese così grosse, ci sono tanti modi di spendere soldi che non rivedremo mai più…

Abiti, gioielli, cene al ristorante, il cellulare all’ultima moda e molto altro.

 

Quello che devi imparare a capire è che la maggior parte degli acquisti della nostra vita:

 

1 – hanno un costo

2 – non producono reddito

Attenzione però… adesso arriva il bello…

 

Devi sapere che ci sono invece diverse occasioni in cui acquistiamo prodotti o servizi che si rivelano essere degli asset che producono redditi inaspettati.

Ti faccio alcuni esempi dalla mia vita:

 

Nell’Ottobre del 2020 ho acquistato Kajabi, una piattaforma professionale per creare corsi online e prodotti digitali.

Il costo? 399 $ al mese.

Sono circa 4.400 euro all’anno.

Sembra tanto, vero?

Probabilmente lo è, ma grazie a questo strumento ho potuto vendere prodotti online per 700.000 €.

Quindi, sì, è stato decisamente un acquisto produttivo.

Al contrario la mia BMW Z3 nera, interni in pelle fucsia, acquistata per i miei 35 anni è stato l’esempio più eclatante di soldi buttati alle ortiche.

Un vero e proprio debito.

Mi sento molto stupido per aver fatto un acquisto del genere.

Ancora oggi, ci ripenso con molto imbarazzo.

Se solo avessi avuto la testa di oggi non avrei mai comprato un’auto così.

 

Un altro esempio invece di acquisti produttivi che ho fatto riguarda tutta la formazione di marketing, copywriting e tutto ciò che riguarda la vendita professionale che ho frequentato quando ho cominciato a pensare che la mia carriera di ballerino/insegnante cominciava ad andarmi stretta.

All’epoca, sembrava quasi una follia investire così tanto.

Tuttavia, quei corsi hanno aperto le porte a competenze fondamentali per la mia crescita professionale.

Ho imparato a vendere, a creare efficaci funnel di vendita e a scrivere in copy per ottenere risultati.

Grazie a quelle decisioni, sono nati progetti come Balla&Snella, Ballo Anti Age e Corsipieni.

Oggi posso dire  con sicurezza che quegli euro investiti in formazione sono tornati moltiplicati in modo esponenziale.

Senza quei percorsi, non avrei una società, dipendenti, e probabilmente non sarei nemmeno qui a scrivere questo articolo.

(Non posso dire la stessa cosa di tutti i soldi lasciati ai maestri inglesi, ai tempi della mia carriera di mediocre ballerino di Danze Standard, quando inseguivo il sogno irrealistico di diventare un Campione)

 

Perché ti racconto tutto questo?

Perché a volte vedo molti professionisti incerti se partecipare a corsi di formazione, fare marketing per la loro scuola, dotarsi di una landing page fatta come si deve, acquistare un CRM…

Questi strumenti, quando supportati da una strategia ben definita, hanno il potenziale di amplificare i nostri guadagni e trasformare la nostra vita professionale e personale.

Non stiamo semplicemente spendendo denaro, ma stiamo effettuando investimenti strategici.

Le spese da evitare sono quelle che non portano alcun valore, come gli acquisti improduttivi.

Capisco che questo richieda molta chiarezza mentale e una svolta nel modo di pensare.

È un vero e proprio cambiamento di prospettiva.

Tuttavia, considera che investire nel tuo lavoro rappresenta uno degli investimenti più remunerativi nel corso della tua carriera.

Ti invito a farci una riflessione sopra.

Ci sentiamo presto.

 

Ad maiora

Sergio